Poesie sulle donne

Nuovi autori:

Poesie sulle donne
a tema:

Speciali sulle donne:

Autori piu' pubblicati:


Archivio poesie:

Gli autori:

giampietro corvi c

"Biografia di uno scrivente”
Gli hanno detto che è nato al Gozzadini di Bologna il 4 luglio di qualche lustro fa, di sette mesi, per giunta un po’ scarsi.
La prima scuola frequentata è stata l’Università del Morazzo (così chiamata ancora dai superstiti): un ex magazzino agricolo nell’estrema periferia a sud ovest di Bologna.
Non si ricorda perché, ma, al primo anno fu espulso. Da allora l’incubo della sua vita: - Gli esami non finiscono mai.-
Le suorine gli hanno fatto lezione per altri quattro anni, non gli dispiaceva; la casetta onnicomprensiva di abitazione, asilo, doposcuola, orto, pollaio e conigliera, posta accanto la canonica, era un porto di mare. Tutti bambini della campagna intorno, dai quattro fino ai ragazzi di tredici anni che la frequentavano nel doposcuola.
Gli anni trascorsero lieti ma, un dì si scontrò con il parroco. Forse è stato davvero uno dei primi obiettori di coscienza contemporanei: si rifiutò di essere un -soldato di Cristo- e la Cresima fu un calvario. Non ebbe perdono e trovato il modo, venne espulso.
Con il suo consenso lo fecero fratino domenicano. In seminario riuscì a fare l’esame di quinta elementare ma, non il resto e, tanto per cambiare, espulso!
In seguito ha cercato la sua strada, come tutti.
Un giorno incontrò un maestro amico, professore, che lo convinse a frequentare le sue lezione la sera e fu molto bello - anche se rischiò seriamente di perdere una stupenda amicizia se non avesse trovato il coraggio di presentarsi agli esami per un diploma di scuola superiore che non si sa dove sia finito.
Adesso nel pieno di una vita, dove la fronte allarga l’orizzonte per i capelli che salutano, gli è venuta la mania di scrivere in versi.
Ha tenuto nascosto questa passione come si fa con un’amante amata; maldestro però com’è, non è stato difficile scoprire il suo frequentare il “Laboratorio di parole” e la “l’Aurea di Poveta” elargitagli da tutti noi amici bolognesi, gli ha rovinato la reputazione di una vita irreprensibile fatta di lavoro, casa e baciapile.
Adesso, anche un associazione di poeti ha richiesto la sua presenza, così come ci si incontra tra amici a scambiare idee e confrontarsi nei “versi” -pensava lui. Così non è stato; subito si è presentata un’impronta da indossare, una espressione da esibire, una unità da presentare – insomma, non è nuova ... espulso!
Non per modestia ma per una forma di rispetto, nella consapevolezza di non poter assumersi le responsabilità, lui continua definirsi non essere poeta; bensì, con tutta la sua dignità, uno “scrivente in versi”: sensazione di libertà dunque, nella necessità di ricordare, di svuotare pesi che a lungo andare si porgono macigni, di liete aurore che si confermino al tramonto; una terapia psichiatrica quindi, dice lui, perché:
“Dello scrivente sono i versi ma, della poesia sono i poeti”.

 


giampietro corvi c

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

7 poesie sulle donne:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

giampietro corvi c Leggi la biografia di questo autore!




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie sulle donne più recenti
nel sito: